Test per l'ammissione al TFA : petizione (contestazione prova )

Scritto da: -

..... classi di concorso A345 e A346....

Firma.jpg

 

Gent.mi Esperti,come candidati delle classi di concorso A345 e A346, esprimiamo la nostra totale indignazione rispetto ad alcuni dei contenuti presenti nel test per l’ammissione al TFA (concepito forse più per aspiranti partecipanti ad un quiz televisivo che per aspiranti insegnanti).
Vorremmo pertanto portare alla vostra attenzione l’evidente superficialità con la quale il “team” chiamato a formulare il test stesso ha elaborato i quesiti e, di conseguenza, richiamiamo la vostra cortese attenzione su alcune imprecisioni che abbiamo riscontrato nel Test:

mentre del dramma ivi contenuto e della relativa produzione teatrale del 1995 troverete notizia qui http://www.imdb.com/title/tt1683806/

oppure qui

http://www.heniford.net/1234/2f_itboae.html

Inoltre è il titolo di un altro libro questa volta di Wilma Tabacco che troverete qui http://books.google.it/books/about/In_the_Blinking_of_an_Eye.html?id=j81fPgAACAAJ&redir_esc=y oppure qui http://www.niagara-galleries.com.au/artists/artistpages/theartists/wilma_tabacco/documents/Intheblinkingofaneye.pdf

Per non lasciare il dubbio che si possa trattare di una licenza poetica, potrete riscontrare l’espressione anche in svariate risorse ufficiali del web anglofono, solo per fare alcuni dei mille esempi: questa pagina di Medicina, che riporta nel titolo l’espressione data come scorretta, e invece semmai rara rispetto a “in a twinkling”, ma comunque esistente http://jamaica-gleaner.com/gleaner/20030917/health/health7.html , questo articolo di una rivista inglese del web http://www.tes.co.uk/article.aspx?storycode=2145491 , quest’altro articolo http://www.believe.com/articles/How-Fast-Life-Can-Change-In-the-Blinking-of-an-Eye/ (tra parentesi traggo l’occasione per consigliarvi di provare a fare una ricerca su internet prima di somministrare un quiz tanto atteso in tutta Italia) ;

  • In riferimento alla domanda n. 29 dal momento che tall story indica “improbable (unusual or incredible or fanciful) story” si ritiene che il “but” presente nella domanda sia fonte di incongruenza logica oltreché di inganno in quanto tale preposizione indica “a phrase or clause contrasting with what has come before or with what is expected”, nel caso della domanda in questione la preposizione corretta dovrebbe esprimere una conseguenza e non un contrasto. A ciò si aggiunge la presenza di high story come urban term che indica un racconto legato ad un momento di sballo;

  • Con riferimeno alla n. 43 When did the Pilgrim Fathers sail from Plymouth, England, in the Mayflower?A) In 1620B) In 1521C) In 1621D) In 1622, mi sento di poter dire che tutti gli archivi dei test SSIS o altri concorsi pubblici mantengono la consuetudine di distanziare di almeno un anno le date, non foss’altro per il semplice motivo che si cerca sempre di valutare la preparazione del candidato senza dover mancare a una tacita lealtà per così dire accademica, ed evitando di ricorrere a tipologie di quesito da quiz televisivo;

  • In riferimento alla domanda n. 45 si ritiene che l’errore di battitura all’interno della parola “underground”, non riportato nel file pubblicato sul sito ma presente all’interno del testo del quesito consegnato in sede d’esame, pur non costituendo un allofono poteva costituire motivo di fraintendimento. Non di secondaria importanza resta il fatto che l’errore ortografico e/o tipografico rimane un vizio di forma contestabile in sede di esame pubblico, come già rilevato in uno dei quesiti della cdc a246 dalla commissione esaminatrice, nella fattispecie il quesito n. 2;

  • In riferimento alla domanda n. 47 “toad-in-the-hole” viene indicato in A Collection of Confusable Phrases di Yuri Dolgopolov sia come piatto a base di carne o salsiccia che come un gioco comunemente presente nelle fiere i cui link di riferimento potrete trovare semplicemente. Inoltre lo stesso è il titolo di un gioco di Super Mario Bros e di un altro gioco per bambini che troverete qui ttp://www.yayoye-giochi.com/toad-in-the-hole-online-gioco/9595/ Oppure quest’altro link si riferisce a un gioco famosissimo in Gran Bretagna, e non vietato ai bambini, dunque, volendo, per bambini (giusto per rimanere sul filo dell’ambiguità qual era lo stile del quiz) http://www.benward.tv/rules.asp

  • In riferimento alla domanda n. 54 si prega di notare che emerge chiaramente che l’interesse da parte degli scienziati in genere non è mai menzionato, il corpo del testo presenta invece ulteriori, molteplici indicatori del confronto tra le teorie evoluzionistiche, e l’uso dell’avverbio avversativo invece denota ancor di più il “confronto” tra le diverse posizioni. Emerge pertanto più chiaramente il fatto che siano messe a confronto 4 teorie evoluzionistiche che il fatto che ci sia un interesse della comunità scientifica in generale;

  • In riferimento alla domanda n. 57 si ritiene che non è adatto il verbo trasfigurare, il cui significato rimanda in modo esplicito all’idea di tratti fisici modificati/cambiati in Lotte. La sacralità espressa è infatti legata solo all’effetto che la donna ha su Werther. Invece emerge oggettivamente anche a una lettura superficiale del brano e dal significato esplicito del testo che Lotte B) costituisce uno degli aspetti fondamentali del mondo di Werther;

A seguito di quanto sopra segnalato si chiede pertanto:

  1. Un’attenta valutazione delle incongruenze segnalate e si invita il Ministero a prendere in considerazione la possibilità di considerare come esatte tutte le domande che avevano nella loro formulazione dei contenuti ambigui;

  2. Di prendere in considerazione l’istituzione di prove suppletive, fatto salvo, ovviamente, l’esito positivo per quanti hanno già superato la prova preselettiva;

  3. Non ultimo si chiede la possibilità di abbassare la soglia del minimo punteggio a 18/30, allineandosi al criterio di valutazione universitario (a maggior ragione per il fatto che i Tirocini avverranno in delle Università), e per evitare che non si arrivi alla copertura del 10% dei posti disponibili, come già avvenuto per altre cdc, prime fra tutti a246/245 Francese e a036 Filosofia; di poter dare una seconda possibilità laddove non si sia superato il 10% dei posti (ma se riuscite a dare la possibilità di coprire tutti i posti, le migliaia di precari non si offenderanno);

  4. Si auspica per finire un piccolo ma sostanziale cambiamento formale: non dare la possibilità ai soliti furbi e scorretti di andare in bagno a consultare documenti cartacei o elettronici ai prossimi TFA; e ancora, considerare il fatto che un qualunque candidato, lontanissimo dallo spirito che avete voluto imporre a questo Esame Pubblico, laddove si fosse trovato a dover scegliere in un quesito di cui non avesse conosciuto la risposta, come conseguenza di una propria altissima onestà intellettuale possa aver (”malauguratamente”) optato di scegliere quel pallino bianco laterale che “inspiegabilmente” era stato dato come opzione, inspiegabile in ragione del fatto che non era penalizzante tirare a sorte e sbagliare. Questa regola diciamo più di tutte descrive la qualità dei test che avete somministrato agli aspiranti docenti dell’intero Paese: gli onesti e gli ingenui (”la mancanza d’ingenuità” non penso facesse parte delle materie da studiare secondo i Decreti attinenti l’esame) fuori!

  5. Ma è fin troppo ardua l’impresa di sorvolare quest’ultimo punto: dal Decreto che stabiliva le materie d’esame di “Lingua e Civiltà Straniera”, almeno voi dovreste saperlo, cosa era dovuto conoscere? Didattica delle Lingue Straniere? Linguistica? Tutto lo scibile anglofono dall’origine fino a ieri mattina? Una risposta la più precisa possibile sarebbe gradita. Tutti, ce lo stiamo chiedendo. Cosa dovremo studiare la prossima volta? Parafrasateci questo Decreto sibillino che parla un burocratese fatto apposta per rimanere ermetico. Anglo-americano per esempio lo dobbiamo sapere tanto quanto Inglese? Autori, storia, cibi, canyons, giochetti per bambini? Va benissimo, li sapremo, ma ditecelo! Ma prima considerate il fatto che esistono quesiti dell’archivio SSIS e di altri concorsi pubblici riguardo a nomi come: Milton, Joyce, Woolf, Spencer, Eliot (sia G. che G. S.), Marlowe, Byron, Orwell, Shelley (sia P. B. che M.), Keats, qualcosa in più di un certo Shakespeare magari; tali quesiti renderebbero un po’ più onesto il dialogo tra aspirante e commissione, tutto qui. E forse eviterebbero che un Test così importante si abbassi a un livello di quiz televisivo.

Ecco dove firmare la petizione : QUI

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 5 voti.