Sistema informativo della Pubblica Istruzione : funziona ?

Scritto da: -

vediamolo da vicino...

Immagine-1.png

Diciamo che funziona.

Diciamo che ha le pretese di una Ferrari.

Diciamo che è ( forse ) una Ferrari che va in prima su di una mulattiera.

Diciamo che il giorno che la faranno andare  ( la Ferrari ) con un marcia adeguata su di un’autostrada saremo tutti più felici, noi che ci lavoriamo e gli utenti che devono usarla per vari scopi ( iscrizioni,pensioni, trasferimenti ecc ).

Diciamo che dovrebbe interagire e interoperare con gli altri sistemi informativi della Pubblica Amministrazione con cui la Pubblica Istruzione deve colloquiare, per evitare la ripetizione di dati e quindi la possibilità di errore nelle digitazioni.

Diociamo che parla solo con alcuni: Ministero del tesoro per le retribuzioni, Ragionerie Provinciali dello Stato per i decreti e le nomine  ( solo  in parte ).

Chissà perchè non parla con l’Ente previdenziale statale ex Inpdap , ora Inps-Inpdap.

Eppure i dati che servono per mandare in pensione i dipendenti ci sono tutti, ma proprio tutti.
E allora succede che Inps-Inpdap chiedono l’inserimento dei dati in un loro software specifico .

Succede che gli impiegati, GIUSTAMENTE, si ribellano di fronte a questa idiozia medioevale e che in una ditta privata sarebbe inconcepibile.

  •  Scuola e dematerializzazione : cosa succede 
  •  Scuola : operazione trasparenza
  • Vota l'articolo:
    3.90 su 5.00 basato su 10 voti.  
     
     

    © 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
    Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

    Ascuoladibugie.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano